Viaggiare con il Pancione

Care amiche mamme, neo mamme e future mamme, oggi voglio parlarvi di un argomento che spesso spaventa le mamme in attesa: viaggiare.

 

Oggi voglio parlarvi della mia esperienza, fermo restando che è del tutto personale e soggettiva.

 

 

Io, di mio, amo viaggiare, visitare posti e culture nuove e, dal momento che il mio lavoro e quello di mio marito ci consentono di lavorare da qualsiasi parte del mondo con una connessione e un pc, molto spesso mi trovo a viaggiare. Ora ad esempio mi trovo da un mesetto a Tenerife, isola bellissima spagnola nel mezzo dell’oceano.

E siccome non mi piace stare ferma, ma amo girovagare per il mondo, anche quando ero in attesa della mia cucciola non mi sono lasciata sfuggire l’occasione di spostarmi.

 

Certo, non ho fatto chissà che viaggio lungo, sono rimasta sempre in Italia, ma ho comunque dovuto prendere l’aereo ed ero appena entrata nella trentaduesima settimana di gestazione.

 

Ho fatto un volo di circa un’ora e mezza ed è andata alla grande. Ho accusato solo un lieve capogiro al decollo, ma per il resto sono stata benissimo.

Per viaggiare mi è bastato compilare un modulino che ho trovato facilmente sul sito della compagnia aerea con  cui ho viaggiato e un certificato della mia ginecologa dalla quale ero in cura che attestava a quale settimana ero e che potevo affrontare il viaggio. Una visita di routine pochi giorni prima del viaggio e poi… via, ho preso il volo!

 

È stata un’esperienza bellissima, la mia bimba è stata brava brava durante il volo, nemmeno un calcio o una capriola! Sono stata bene sia all’andata che al ritorno che è avvenuto pochi giorni dopo. L’occasione è stata quella di un matrimonio a cui non potevo mancare e sono stata felice di poter are tranquillamente questa esperienza.

 

Ai controlli in aeroporto non si sono accorti della mia gravidanza e se non fosse stato per mio marito non l’avrebbero mai capito, ma lui, preoccupato che sotto il metal detector vi fossero radiazioni, ha avvertito il personale della compagnia che l’ha rassicurato. Del resto che dire, non ho rinunciato nemmeno a questo viaggetto, anzi mi sono divertita e ho visitato un posto nuovo facendo anche delle lunghe passeggiate, andando in giro per negozi e musei.

Non ho riscontrato particolari problemi, mi è bastato soltanto portare abbigliamento e scarpe comode e tanta tanta voglia di stare bene!

Perciò, dopo i dovuti controlli, se fila tutto liscio, potete tranquillamente fare un viaggio in aereo e visitare un posto nuovo, farvi le vacanze e rilassarvi come vi è dovuto fare!

Un abbraccio,

Mamma Racconta Storie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *